Grazie al suo know-how industriale applicato alla ricerca, sigma-tau ha avviato il “Malaria Project” per lo sviluppo, produzione e distribuzione su larga scala di un innovativo farmaco per il trattamento della malaria non complicata a costi sostenibili per i Paesi dove la malaria è endemica e che sono tra i più poveri del mondo.

Nel rispetto delle Linee Guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per il trattamento della malaria non complicata, sigma-tau ha sviluppato, infatti, una nuova terapia combinata in dose fissa a base di artemisinina (Artemisinin-based Combination Therapy - ACT), che associa nella stessa compressa due farmaci antimalarici: la diidroartemisinina (DHA), e la piperachina (PQP).
 

Questo farmaco innovativo è il risultato di una partnership tra sigma-tau e Medicine for Malaria Venture (MMV), organizzazione no profit, nata per ricercare e sviluppare nuovi farmaci antimalarici.

Obiettivo della partnership è stato la messa a punto di un trattamento altamente efficace contro la malaria non complicata nei bambini e negli adulti che avesse un regime semplice di somministrazione e che fosse anche in grado di proteggere i pazienti curati per almeno 30-40 giorni nei confronti di possibili nuove infezioni. Il tutto rispettando gli standard occidentali di sviluppo e di produzione dei farmaci.

Nel 2011 l’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha approvato la combinazione diidroartemisinina/piperachina [DHA/PQP] sviluppata congiuntamente da sigma-tau e MMV per il trattamento della malaria non complicata da Plasmodium falciparum. La registrazione di una autorità occidentale, come l’EMA o la statunitense FDA, è essenziale affinché il farmaco possa essere acquistato con i fondi internazionali (Global Fund, UNICEF, President Malaria Initiative, ecc.) e donato ai Paesi endemici.

sigma-tau e MMV continueranno la loro collaborazione per garantire che il medicinale sia messo a disposizione del maggior numero possibile di pazienti affetti da malaria. Questo farmaco sarà certamente in grado di curare milioni di persone. L’uso della combinazione DHA/PQP è attualmente in fase di studio nel trattamento della malaria non complicata nelle donne in gravidanza (in particolare nel 2° e 3° trimestre).

“sigma-tau è impegnata nello sviluppo di nuove terapie a beneficio delle popolazioni che vivono con malattie tropicali come la malaria. Concordiamo con l’OMS che chiede alle aziende farmaceutiche di sviluppare nuovi antimalarici in accordo con gli elevati standard internazionali di qualità. Mettiamo quindi a disposizione il nostro know-how industriale per consentire la distribuzione di farmaci, a prezzi sostenibili, in quei Paesi in cui la malaria uccide ancora un inaccettabile numero di persone.”

Dichiarazione rilasciata dal dott. Claudio Cavazza, Fondatore e già  Presidente sigma-tau, al momento della sottomissione della domanda di autorizzazione alla commercializzazione, presso l’EMEA, per la combinazione di diidroartemisinina e piperachina (DHA-PQP) 
6 Luglio, 2009

sigma-tau | Tutti i diritti sono riservati | LINK UTILI
   
- TUTTI I PERSONAGGI  
- RASSEGNA STAMPA